Non bisogna accontentarsi. I mezzi per sapere, per informarsi, ci sono. Spesso pensiamo di informarci bene, quando in realtà stiamo seguendo un filone sbagliato. Dobbiamo ritrovare la curiosità per il sapere! Io ce l’ho grazie a mio padre.
Germana Beha

L’edizione 2021 di FEGE non poteva che iniziare con un ricordo, da parte di Germana Beha, di suo padre Oliviero.

BIOGRAFIA

Dopo aver conseguito la maturità americana e italiana, Germana Beha, che parla fluentemente l’inglese e il tedesco, ha concluso la sua formazione universitaria con la laurea magistrale in Medicina Veterinaria. Per 8 anni impegnata nell’Università, ha affiancato al tutoraggio nel corso di Patologia Generale e Anatomia Patologica il lavoro di ricerca in campo oncologico, in particolare per lo sviluppo di terapie mirate contro i tumori mammari nel cane e nel gatto utilizzando tecniche laboratoristiche come immoistochimica, citologia, istochimica, immunofluorescenza, western blot e pcr. Figlia di Oliviero Beha, Germana ha manifestato grande apprezzamento per l’idea di un memorial dedicato alla figura del padre, “intellettuale scomodo”, privo di pregiudizi e indipendente, cui il “Premio Castrolibero zona franca della comunicazione” era stato conferito nel 2009.

Festival Editoria e Giornalismo Emergente